medici_futuro.jpgDal Congresso FIMMG il Medico di Famiglia del futuro

(DoctorNews, 03 ottobre 2011)

Lavorerà in squadra, si avvarrà dell'ICT, dell'e-health e farà medicina d'iniziativa
 
Non sarà più un lupo solitario ma lavorerà in squadra, si avvarrà delle più recenti conquiste dell'ICT e dell'e-health, farà medicina d'iniziativa e verrà pagato dal SSN attraverso un nuovo sistema retributivo in cui i costi di gestione sono scorporati. È il ritratto del Medico di Famiglia del futuro così come lo si dipingerà al 66° Congresso Nazionale di FIMMG, al via da oggi fino a sabato a Villasimius (provincia di Cagliari). Ricco il tabellone dei lavori, divisi come sempre tra scienza, professione e sindacato. E uniti da un filo rosso che trova la sua sintesi nel tema cui FIMMG ha dedicato la kermesse: la Medicina Generale del terzo millennio. «Descriveremo la realtà della MMG nel futuro prossimo» riassume a Doctornews Giacomo Milillo, Segretario Nazionale della FIMMG «ma cercheremo anche di lanciare un augurio: nonostante il momento di crisi che stiamo attraversando, non dobbiamo smettere di pensare e di lavorare per il nostro domani». In tal senso, troveranno ampio spazio riflessioni e analisi della bozza di riassetto delle Cure primarie discussa soltanto lunedì scorso al Ministero della Salute assieme agli altri sindacati di categoria. «E' ormai assodato» prosegue Milillo «che il Medico di Famiglia del futuro non lavorerà più da solo ma in squadra, senza ovviamente rinunciare al rapporto fiduciario. Si discuterà poi di chi comporrà questo team e di chi comanderà, ma il principio è ormai acquisito». Di questa squadra farà anche parte una nuova figura di assistente di studio, formata per svolgere non solo attività di segreteria, ma anche per dialogare con gli assistiti ed effettuare prestazioni sanitarie elementari. «Gli infermieri hanno fatto le loro legittime scelte professionali» conferma Milillo «noi grazie all'adesione a Confprofessioni accederemo a un fondo che ci permetterà di preparare il personale di cui la MG ha bisogno». Tra gli ospiti del Congresso i Ministri Fazio e Sacconi e il coordinatore della Commissione Salute delle Regioni.