Forum_ECM_2012.jpgConferenza Nazionale ECM, qualità in primo piano

(Pharmakronos, 16 ottobre 2012)

Parola d'ordine elevare i livelli formativi a tutto tondo

E' la qualità la parola d'ordine della quarta Conferenza Nazionale sulla Formazione Continua in Medicina, che si è aperta ieri a Cernobbio (Como). A dieci anni dall'avvio del programma di formazione ECM, che ha reso obbligatorio l'aggiornamento dei professionisti della sanità, e dopo un lungo lavoro dedicato alla messa a punto dei meccanismi del sistema, ora l'attenzione è sempre più concentrata ad elevare i livelli formativi a tutto tondo, come indica il titolo stesso dell'appuntamento di quest'anno "Le dimensioni della qualità nel sistema ECM". "La Commissione, a parte la fase sperimentale durante la quale sono stati accreditati i singoli eventi - ha spiegato Maria Linetti, Responsabile della Segreteria della Commissione Nazionale per la Formazione Continua, sul sito Forum ECM - dal 2010 ha provveduto a strutturare l'offerta formativa con l'accreditamento dei Provider provvisori. E in questa fase solo quelli che avranno raggiunto i requisiti diventeranno Provider standard, e quindi potranno operare nel sistema per ulteriori quattro anni. Questo sta a significare che la Commissione, dopo una prima parte dedicata al sistema formale dell'accreditamento, passa a quello sostanziale della qualità. Della qualità dei contenuti formativi, della qualità nell'erogazione dei corsi e nella loro correttezza rispetto alla tipologia formativa utilizzata e alla qualità della formazione e dell'apprendimento del singolo professionista sanitario. Quindi una qualità valutata a tutto tondo, di un sistema che mira alla crescita della professionalità sanitaria e al miglioramento della prestazione sanitaria".