congressi mediciCongressi medico-scientifici: cosa spinge un delegato a parteciparvi?

(EventReport, 12 giugno 2012)
 
Quali aspetti pesano maggiormente nella scelta di una destinazione per un congresso? L’appeal turistico – paesaggi, monumenti, attrattive della città – è davvero così importante per i delegati degli eventi associativi, soprattutto medico-scientifici? Quali ambiti devono valorizzare convention bureau e PCO nei dossier di candidatura?

Sembra destinata a far riflettere gli operatori del mercato dei congressi associativi e scientifici una recente ricerca di IAPCO, l’associazione internazionale dei PCO, condotta a livello internazionale presso 4.000 delegati, sulle ragioni che li spingono a iscriversi a un congresso, i cui risultati completi saranno presentati a fine giugno.
Sorprendentemente, infatti, l’appeal della destinazione non è citato fra i primi dieci motivi che portano a scegliere di iscriversi a un congresso. Ai primi tre posti si trovano la rilevanza scientifica dei contenuti proposti, la possibilità di ottenere crediti formativi nell’ambito dei programmi di educazione continua in medicina e le occasioni per fare networking professionale.
“È responsabilità dei PCO comprendere i cambiamenti in corso negli eventi associativi medico-scientifici e fornire una consulenza adeguata che tenga conto del reale interesse di tutti gli stakeholder” ha commentato Caroline Mackenzie, business development manager del PCO internazionale Congrex Group, membro di IAPCO.
È d’accordo anche Christian Mutschlechner, direttore del Vienna Convention Bureau: “In futuro, per attrarre eventi medico-scientifici in una destinazione la competizione avverrà innanzitutto sulla capacità di offrire lo scambio di conoscenze scientifiche”.
Proprio i convention bureau, impegnati nella promozione delle destinazioni per eventi, dovrebbero tenerne conto, valorizzando nei dossier di candidatura non tanto (o non solo) gli aspetti di attrattività culturale e paesaggistica, ma i servizi predisposti per favorire il networking e la rilevanza scientifica dei contenuti.
“In particolare, l’utilizzo delle nuove tecnologie quali efficaci metodi di apprendimento, la valorizzazione dei social media quali strumenti di comunicazione e condivisione dei contenuti potranno avere un impatto sull'efficacia dei congressi medico-scientifici” aggiunge Caroline Mackenzie.
  • Eventi
  • Organizzazione congressi
  • Cluster formazione
  • Organizzazione eventi
  • Convegni medici
  • Paolo Zona