melanoma4_2.jpgCorso ECM sull'ars medica nell'approccio al paziente con melanoma

7 maggio 2016

Si è svolto a Torino il 6 maggio il Corso ECM organizzato da Cluster Formazione dal titolo: "Cura dell'uomo e cura della malattia: l'ars medica nell'approccio al paziente con melanoma"

Responsabile Scientifico è stato il Dott. Andrea Pietro Sponghini (S.C.D.U. di Oncologia, A.O.U. “Maggiore della Carità” di Novara).
Il melanoma è uno dei principali tumori che insorge in giovane età ed attualmente in Italia costituisce il terzo tumore più frequente in entrambi i sessi al di sotto dei 49 anni. Oltre il 50% dei casi di melanoma viene diagnosticato entro i 59 anni. Nell’Unione Europea l’incidenza di melanoma è di 9 casi/100.000 per anno. Se negli stadi più precoci di malattia si predilige un approccio curativo chirurgico ed in casi selezionati radioterapico, negli stadi più avanzati di malattia (inoperabile e metastatica) ci si avvale soprattutto di trattamenti sistemici. Fino a poco tempo fa lo scopo del trattamento della malattia metastatica non operabile poteva considerarsi quasi esclusivamente palliativo, dal momento che i chemioterapici a disposizione hanno dimostrato nel corso degli anni un effetto limitato e scarsamente curativo nella maggior parte dei casi. Negli ultimi anni però il progressivo affermarsi di nuovi farmaci ha permesso di osservare dei concreti vantaggi in termini di sopravvivenza. L’approccio multidisciplinare è elemento imprescindibile al fine di mettere a disposizione dei pazienti la migliore strategia di presa in carico possibile.
Ma la cura del paziente non può ridursi alle sole (sebbene essenziali) conoscenze scientifiche. Oggi, in un’epoca in cui la medicina ha raggiunto straordinari traguardi di sviluppo tecnologico e il concetto di medicina basata sulle evidenze è ormai molto familiare, si è infatti sentita l’esigenza di recuperare il rapporto medico-paziente, dove la narrazione al medico della patologia da parte del paziente è considerata al pari dei segni e dei sintomi clinici della malattia stessa. La Medicina Narrativa si riferisce, pertanto, non solo al vissuto del paziente, ma anche ai vissuti del medico ed alla loro relazione.
Obiettivo dell’evento formativo è stato quello di approfondire le conoscenze scientifiche, diagnostiche, terapeutiche e relazionali per ottimizzare la gestione clinica del paziente affetto da melanoma. Hanno partevipato all’evento Opinion Leader e Clinici che hanno affrontato gli aspetti di maggior rilevanza nell’ambito di tale neoplasia.
Per favorire l’apprendimento attivo i partecipanti sono stati suddivisi in gruppi di lavoro e, con la partecipazione di tutors e facilitatori, sono stati coinvolti in una serie di Role Playing (riguardanti la comunicazione medico-paziente e la gestione diagnostico-terapeutica della patologia), a cui è seguita una discussione collegiale sull’esperienza effettuata, avendo come obiettivo finale lo scambio e il confronto in relazione alle principali tematiche affrontate e alle maggiori criticità incontrate.