paralisi3.jpgCorso ECM sulla Paralisi Cerebrale Infantile
 
20 maggio 2017

Ad Alessandria, il 19 maggio, si è tenuto il Corso di Formazione ECM dal titolo "Nuovi approcci terapeutici nel trattamento del bambino con PCI (Paralisi Cerebrale Infantile)", organizzato da Cluster Formazione

La Paralisi Cerebrale Infantile (PCI) è causata da alterazioni del sistema nervoso centrale occorse nel periodo perinatale. La presenza di alterazioni del controllo motorio e del tono muscolare (spasticità) può causare problematiche relative al movimento ed all’autonomia nelle attività di vita quotidiana.
L’efficacia della tossina botulinica (BoNT-A) nel trattamento della spasticità in pazienti con esiti di PCI è stata dimostrata da un gran numero di studi scientifici. Al fine di ottenere il risultato atteso è fondamentale, però, conoscere con precisione le indicazioni all’utilizzo di questo farmaco ed il suo meccanismo d’azione. L’efficacia del trattamento con BoNT-A è infatti subordinato ad un corretto inquadramento del paziente (presenza di spasticità focale o segmentaria funzionalmente rilevante) ed alla definizione di obiettivi ben definiti (di funzione attiva o passiva, igienico-posturali, assistenziali). La valutazione clinica e strumentale del paziente riveste pertanto un ruolo di assoluta rilevanza nella definizione del programma di trattamento.
È stata poi dimostrata l’importanza di un corretto programma rieducativo post-inoculo per il conseguimento degli obiettivi riabilitativi: pertanto, l’organizzazione del setting e la conoscenza delle procedure di trattamento, tra quelle tradizionali e quelle all’avanguardia, sono parte integrante del trattamento dei piccoli pazienti affetti da spasticità.
L’atto fine-motorio è il risultato di un complesso processo di integrazione di più competenze. La componente esecutiva riveste un ruolo importante nel compimento del recupero. La stabilizzazione della postura, il bilanciamento dei distretti corporei, l’allineamento del capo, il controllo dei movimenti dei singoli settori dell’arto superiore, la modulazione del reclutamento dei singoli muscoli nella
sequenza dei movimenti, sono gli elementi che caratterizzano un intervento mirato.
Obiettivo del corso è stato di fornire ai discenti gli strumenti per la definizione di un corretto progetto riabilitativo dei pazienti con spasticità in esiti di PCI che coinvolge diverse figure professionali e comprende tutti gli ambiti valutativi e di intervento correlati.