DMT1.jpgPaziente con DMT2 - Aperte le iscrizioni

27 aprile 2018

Sono aperte le iscrizioni al corso ECM dal titolo: "Dalla fenotipizzazione del paziente con DMT2 all'appropriato ricorso alla terapia insulinica. Criteri di efficacia, sicurezza e sostenibilità", organizzato da Cluster Formazione, che si terrà ad Asti il prossimo 7 giugno

La persona con diabete presenta un elevato rischio di ospedalizzazione a causa delle numerose comorbilità ed il trattamento farmacologico delle condizioni intercorrenti può peggiorarne il controllo metabolico. Numerose evidenze scientifiche correlano il controllo glicemico durante la degenza ospedaliera con la mortalità dei pazienti e quindi con la durata stessa del ricovero (Van den Berghe G, Wouters P, Weekers F, et al. Intensive insulin therapy in the critically ill patients. N Engl J Med 2001;345:1359-1367 - Malmberg K. DIGAMI – Diabetes Mellitus, Insulin Glucose Infusion in Acute Myocardial Infarction – Study Group: Prospective randomised study of intensive insulin treatment on long term survival after acute myocardial infarction in patients with diabetes mellitus. BMJ 1997;314:1512-1515).
Per ottimizzare la terapia del diabete mellito, molto spesso il paziente diabetico (noto o di nuovo riscontro, già trattato precedentemente con insulina o avviato di recente ad essa) nel corso delle degenze in ospedale è trattato con terapia insulinica multi-iniettiva ponendo, all’atto della dimissione e della ripresa in carico da parte del Territorio (in modalità integrata tra struttura specialistica Endocrino-Diabetologica e MMG), la necessità di un’attenta e puntuale valutazione clinica su quali pazienti debbano necessariamente proseguire schemi insulinici intensivi e quali possano invece essere “de-insulinizzati” valorizzando i farmaci innovativi ora a disposizione per il trattamento del diabete mellito tipo 2 (DMT2).
L’evento formativo si propone di focalizzare l’attenzione su questa importante fase del processo assistenziale del paziente con DMT2, proponendo un percorso culturalmente e scientificamente innovativo, declinando il percorso che dalla fenotipizzazione del paziente porta all’appropriato ricorso alla terapia insulinica, secondo criteri di efficacia, sicurezza e sostenibilità e definendo i criteri attraverso i quali possano essere assunte decisioni guidate da solide evidenze scientifiche su “quando e come insulinizzare” e su “quando e come de-insulinizzare”,  prendendo in esame le varie fasi del processo assistenziale ed in particolare: 1) il paziente con DMT2 naive all’insulina; 2) il paziente con DMT2 già trattato con insulina basale e ipoglicemizzanti orali (BOT); e 3) Il paziente con DMT2 con schema insulinico basal-bolus. In una “Precision Medicine” personalizzata e guidata dall’opportunità di coniugare appropriatezza, innovazione, accessibilità e sostenibilità, emerge infatti sempre più indifferibile la necessità di costruire e condividere l’implementazione (nell’incontro e confronto tra Medicina Specialistica e Medicina Generale) di percorsi diagnostico-terapeutici che agevolino l’interazione produttiva tra Ospedale e Territorio e tra gli Attori Professionali che accompagnano la persona con diabete mellito in generale, e con DMT2 nello specifico del progetto formativo, nel loro percorso di vita.
 
RESPONSABILE SCIENTIFICO: Luigi Gentile
 
Il corso, rivolto ad un massimo di 30 partecipanti, è destinato alla professione di Medico-Chirurgo (disciplina di riferimento: Medicina Generale - Medici di famiglia).


ECM

Provider ECM: Cluster s.r.l. - ID 345

Obiettivo formativo: documentazione clinica, percorsi clinico-assistenziali, diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza e profili di cura (Obiettivo formativo di processo n° 3)

Progetto formativo n. 345 - 224298

Crediti assegnati: 4 (quattro)
 
ISCRIVITI AL CORSO