Tocotrienoli e tocoferoli. I gemelli "diversi"

Tipo: Monografia

Argomento: Dermatologia

Anno: 2014



L'Opera

In natura, ben otto sostanze hanno dimostrato di avere l’attività della vitamina E: a-, b-, g- e d-tocoferolo e a-, b-, g- e d-tocotrienolo. Eppure ben poca letteratura scientifica si riferisce ai tocotrienoli; questo perchè nel corpo umano si ha una maggior concentrazione di a-tocoferolo, anche se le altre forme di vitamina E hanno una capacità antiossidante confrontabile; tutto ciò ha sviluppato molto la ricerca sulla vitamina E come a-tocoferolo, tralasciando però gli altri composti. Recenti sviluppi, per lo più dovuti a scoperte casuali, hanno portato a studiare anche le altre molecole appartenenti alla famiglia della vitamina E.
In particolare i tocotrienoli possiedono potenti effetti neuroprotettivi, antitumorali, antiossidanti e ipolipemizzanti, proprietà che spesso non appartengono ai tocoferoli. Le ricerche su questa classe di composti indicano chiaramente che i membri della famiglia della vitamina E non hanno funzioni biologiche sovrapponibili.
Infatti a-tocotrienolo, g-tocoferolo e d-tocotrienolo sono molecole con le funzioni chiaramente distinte da quella di a-tocoferolo. Ad esempio, a concentrazioni nanomolari, l’a-tocotrienolo, e non l’a-tocoferolo, previene anche la neurodegenerazione.
Lo stato attuale delle conoscenze suggerisce la necessità di investimenti strategici su queste forme meno note per consentire un’accurata selezione della forma di vitamina E più adatta per ogni specifica applicazione.



Autore/i

Stefano Manfredini - Professore Ordinario di Chimica Farmaceutica e Tossicologica, Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, Università degli Studi di Ferrara

Gemma Malisardi - Dottorato di Ricerca in Scienze Farmaceutiche, Università degli Studi di Ferrara

Silvia Vertuani - Ricercatore Universitario di Chimica Farmaceutica e Tossicologica, Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie, Università degli Studi di Ferrara



Destinatari

Dermatologi