Glossario Illustrato di EEGrafia

Tipo: Glossario

Argomento: Neurologia

Formato: 24 x 17 cm

Pagine: 172



L'Opera

Il problema del linguaggio da usare in elettroencefalografia clinica è stato sentito con intensità negli anni settanta da un vivace gruppo di neurologi internazionali per confrontare i dati relativi alle registrazioni di laboratori di diverse parti del mondo e per limitare l’eccessiva libertà di interpretazione dei segnali elettroencefalografici e conseguenti probabili misdiagnosi.
Ricevuta una sorta di investitura ufficiale da parte di alcune società scientifiche internazionali di neurofisiologia, il gruppo di lavoro capitanato da G.E. Chatrian (Electroencephalography clinical Neurophysiology, 37:538-548,1974) compose in lingua inglese un glossario dei termini più comuni usati nella clinica elettroencefalografica. Il lavoro venne poi tradotto in diverse lingue e proposto come utile riferimento per la descrizione e l’interpretazione dei segnali elettroencefalografici. L'edizione italiana uscì nel 1974. Ad oggi questo glossario non è uno strumento perfetto e i più di trent’anni passati da allora ne hanno evidenziato i limiti (in particolare sono stati identificati nuovi pattern in elettroencefalografia infantile e molti termini tecnici appaiono superati). Ciononostante esso rappresenta un valido ed efficace strumento di comunicazione, soprattutto nell’elettroencefalografia dell’adulto.
Sulla base di queste considerazioni è nata l’idea di proporne una versione fedele all’originale con illustrazioni e commenti relativi ad alcune voci selezionate e ritenute di particolare utilità pratica soprattutto per chi, sia tecnico che giovane neurologo, si avvicina per la prima volta all’elettroencefalografia.
La decisione di illustrare e commentare solo alcuni termini, scelti per la loro rilevanza, è dipesa dalle esigenze di carattere editoriale. I commenti sono molto sintetici, costruiti per lo più con lo scopo di affrontare questioni terminologiche controverse, e mirati su quegli aspetti che spesso sono oggetto di vivace dibattito tra giovani neurologi. Non ha l’ambizione, che sarebbe certamente da considerare velleitaria, di sostituirsi a un testo di elettroencefalografia ma vuole soltanto essere uno strumento di lavoro per i neofiti dell’EEG.



Curatore/i

Francesco Sasanelli – Milano

Alessandro Colombo – Milano

Graziella E. Molini – Milano

Luciana Tramacere – Milano



Destinatari

Neurologi