Il trattamento dell'ipertensione arteriosa: ruolo dei betabloccanti di nuova generazione

Crediti formativi: 4.5

CONTENUTI

Il corso FAD si propone di fornire un moderno inquadramento del ruolo dei betabloccanti nella terapia dell’ipertensione, alla luce delle Linee Guida Europee 2007 e dell’Update Document redatto nel 2010 dal Comitato della Società Europea dell’Ipertensione.
Dopo aver preso in esame lo stato attuale del controllo pressorio nella pratica clinica e le diverse opzioni terapeutiche raccomandate dalle linee guida, il corso si focalizzerà sul ruolo dei betabloccanti nel trattamento antipertensivo evidenziandone pro e contro, indicazioni e controindicazioni.
In particolare verranno discusse le differenze tra le diverse classi di betabloccanti, sia sotto il profilo dell’efficacia antipertensiva che sotto quello degli effetti metabolici e della tollerabilità: è noto infatti che i betabloccanti di nuova generazione posseggono alcuni “effetti aggiuntivi” assolutamente tipici, quali la duplice azione sui recettori beta1 ed alfa e la capacità di bloccare l’ingresso di ioni calcio nelle fibrocellule arteriolari provocando vasodilatazione periferica con ulteriore effetto antipertensivo. In più, uno di essi in particolare pare avere anche una preminente attività antiossidante, particolarmente importante in una patologia, l’ipertensione, associata a notevole liberazione di radicali liberi dell’ossigeno.
Infine verranno discusse le diverse condizioni che, se associate all’ipertensione (ma anche in sua assenza), rendono l’uso dei betabloccanti di nuova generazione particolarmente indicato. Esse, infatti, non sono limitate solo a scompenso cardiaco, aritmie e angina pectoris ma si estendono a glaucoma, feocromocitoma, cardiomiopatia ipertrofica, emicrania, ansia ed attacchi di panico.



Destinatari

Medici di Medicina Generale



Periodo
Dal 01/04/2012 al 31/12/2012

Faculty

Guido Grassi – Monza



Obiettivi formativi

• Comprendere ed aumentare le conoscenze cliniche relative al trattamento antipertensivo
• Aggiornare gli interlocutori in tema di sicurezza e profilo di azione relativi alla classe dei betabloccanti
• Comprendere ed affrontare efficacemente le complessità della gestione clinica del paziente iperteso
• Aumentare la capacità dell’analisi farmacoeconomica relativa all’utilizzo dei betabloccanti nel trattamento antipertensivo ottimizzando l’impiego delle varie classi di farmaci
• Migliorare l’approccio terapeutico al paziente iperteso
• Ottenere un miglior controllo pressorio
• Aumentare la conoscenza delle proprietà delle diverse classi di betabloccanti



Accreditamento

Il corso è accreditato nell'ambito del programma nazionale di Educazione Continua in Medicina - Provider ECM: Cluster s.r.l. – ID Age.Na.S. 345



Procedura di valutazione

Questionario con risposte a scelta multipla randomizzato



Codice evento
22939

Link
http://www.nuovibetabloccanti.it