Terapia antiaggregante e gastroprotezione nel trattamento delle malattie cardiovascolari

Crediti formativi: 4.5

CONTENUTI

Il corso presenta una breve trattazione sui principali farmaci antiaggreganti (meccanismo d’azione, efficacia ed effetti collaterali) ed una sintesi delle evidenze relative alla terapia antiaggregante in prevenzione secondaria.
Si affrontano i temi della gastroprotezione, dell’omeostasi della mucosa gastrica, delle cause del danno mucoso gastroduodenale e delle emorragie digestive da anticoagulanti ed antiaggreganti (tienopiridine in particolare), mettendo in evidenza l’importanza della valutazione del rischio emorragico nei pazienti in terapia antiaggregante.
Nello specifico della sindrome coronarica acuta e nei soggetti sottoposti ad angioplastica coronarica con impianto stent si indaga l'utilizzo dell'associazione di prima scelta clopidogrel – antiaggregante tienopiridinico – con acido acetilsalicilico (ASA).
Si evidenzia l’interazione metabolica clopidogrel con gli inibitori di pompa protonica, le varianti genetiche ed il polimorfismo nel metabolismo comune di questi farmaci, gli attuali risultati delle metanalisi e le attuali evidenze nell’uso abbinato clopidogrel/IPP. Infine, si illustrano alcune misure precauzionali e consigli terapeutici da applicare nella pratica clinica atti a garantire la massima gastroprotezione, il proseguimento di un’efficace antiaggregazione a lungo termine, scongiurando i rischi di una scorretta prescrizione e quelli di una terapia gastroprotettiva poco efficace.



Destinatari

Medici di Medicina Generale



Periodo
Dal 01/09/2011 al 31/12/2011

Faculty

Paolo Delpero - Piossasco (TO)

Pietro Dusio - Torino



Obiettivi formativi

• Fornire gli ultimi aggiornamenti clinici in tema di terapia antiaggregante in ambito cardiovascolare
• Fornire raccomandazioni sul corretto dosaggio e durata della terapia antiaggregante
• Fornire evidenze sulla terapia aggressiva di associazione antiaggregante in prevenzione secondaria dopo sindrome

  coronarica acuta: dalle linee guida alla pratica
• Fornire indicazioni per individuare il profilo di rischio emorragico gastroenterico del paziente
• Evidenziare le implicazioni cliniche della terapia di gastroprotezione con inibitori di pompa protonica (IPP) in associazione

  alla terapia antiaggregante
• Evidenziare l’alto rischio di eventi cardiovascolari associato ad inappropriata sospensione della terapia antiaggregante

  a lungo termine in prevenzione secondaria



Accreditamento

Il corso è accreditato nell'ambito del programma nazionale di Educazione Continua in Medicina - Provider ECM: Cluster s.r.l. – ID Age.Na.S. 345



Procedura di valutazione

Questionario con risposte a scelta multipla randomizzato



Codice evento
8129

Link
http://www.gastroprotezione.it/