Archivio eventi ECM RES

Progetto PDTA

Quali step per una gestione adeguata della sepsi nel 2019?

Torino, 16 settembre 2019

STARHOTELS MAJESTIC

Corso Vittorio Emanuele II, 54 - Torino 

RESPONSABILI SCIENTIFICI

Luca Brazzi

Professore Ordinario di Anestesiologia e Rianimazione,

Università degli Studi di Torino 

Direttore S.C. di Anestesia e Rianimazione 1 U, 

A.O.U. “Città della Salute e della Scienza” di Torino 

Luca Scaglione

Direttore S.C. di Medicina Interna 5, 

A.O.U. “Città della Salute e della Scienza” di Torino 

Ogni 3-4 secondi una persona nel mondo muore di sepsi. La sepsi è un’emergenza. E’ la risposta disregolata del nostro organismo a un’infezione, che conduce a una o più insufficienze d’organo, determinandone la gravità. Spesso non viene riconosciuta, soprattutto nelle fasi precoci, e l’intervento tardivo aumenta il rischio di mortalità. 

Il progressivo incremento delle infezioni da germi multiresistenti, legato ad un uso eccessivo di antibiotici ad ampio spettro, ha reso ancor più difficile il trattamento precoce ed adeguato dei pazienti affetti da sepsi, soprattutto in relazione all’adeguatezza della terapia antibiotica empirica. La sepsi è una patologia tempo dipendente, ogni ora di ritardo sul trattamento di supporto delle insufficienze d’organo e della terapia antibiotica incrementa in modo esponenziale la mortalità. 

E’ per tale motivo che nel 2017 ci siamo confrontati per proporre una traccia di lavoro di un Percorso Diagnostico Terapeutico Aziendale (PDTA) sull’identificazione e la gestione del paziente affetto da sepsi, adattato però alla realtà locale piemontese. La necessità di avere strumenti semplici e accessibili alla gran parte degli operatori sanitari, che possano agevolare la collaborazione multidisciplinare in alcune patologie complesse come la sepsi, ci ha guidato a produrre un documento condiviso e adattato alla realtà della nostra azienda sanitaria. Il corso si propone quindi di presentare il progetto realizzato presso l’A.O.U. “Città della Salute e della Scienza” di Torino: quali sono gli step per costruire un PDTA e quali le difficoltà incontrate nella nostra realtà locale. 

Costruire e condividere dei percorsi comuni può agevolare il controllo del problema e migliorare il trattamento dei pazienti. 

Il corso, rivolto ad un massimo di 100 partecipanti, è destinato alle professioni di Medico-Chirurgo (discipline di riferimento:  Anatomia Patologica, Anestesia e Rianimazione, Cardiochirurgia, Cardiologia, Chirurgia Generale, Ematologia, Ginecologia e Ostetricia, Igiene e Medicina Preventiva, Malattie Infettive, Medicina e Chirurgia di Accettazione e d’Urgenza, Medicina Interna, Microbiologia e Virologia, Radiodiagnostica, Urologia), Farmacista Ospedaliero, Infermiere.

 

ECM

 

Provider ECM: Cluster s.r.l. - ID 345

Obiettivo formativo: documentazione clinica, percorsi clinico-assistenziali, diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza e profili di cura (Obiettivo formativo di processo n° 3)  

Progetto formativo n. 345 - 266477 

Crediti assegnati: 7 (sette)

CLUSTER s.r.l.

Via Carlo Alberto, 32

10123 Torino

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • YouTube Icona sociale
  • Vimeo Icona sociale

© 2020 CLUSTER s.r.l. | tutti i diritti riservati | P.IVA IT07530720015

logo_FC.png