Archivio eventi ECM RES

Gruppo di Miglioramento ECM (FSC)

Gestione multidisciplinare ed integrata del paziente con BPCO

Torino, 14 maggio 2019

AC HOTEL TORINO

Via Bisalta, 11 - Torino 

RESPONSABILI SCIENTIFICI E TUTOR

Luca Scaglione  

Direttore S.C. di Medicina Interna 5,

A.O.U. “Città della Salute e della Scienza” P.O. “Molinette” - Torino

Paolo Solidoro 

S.C. di di Pneumologia U,

A.O.U. “Città della Salute e della Scienza” P.O. “Molinette” - Torino

La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) rappresenta una delle principali cause di morbilità e mortalità nel mondo, con una prevalenza in continuo aumento. La conoscenza dei meccanismi patogenetici, l’individuazione dei diversi fenotipi clinici e la corretta valutazione delle comorbidità sono aspetti emergenti della gestione della malattia.

Si tratta di una malattia cronica e invalidante molto diffusa, ma spesso sottovalutata, a volte anche dal paziente, soprattutto perché agli esordi è asintomatica, mentre nelle fasi più avanzate, dopo un decorso lento e progressivo, è responsabile di sintomi molto gravi. La prevalenza della BPCO nella popolazione generale è stimata intorno al 4,5%, con un’incidenza in continuo aumento (sino al 20% nell’anziano). Questa rappresenta sicuramente una sottostima delle dimensioni reali del problema, in quanto la BPCO è sotto-diagnosticata. Non ultimo, le complicanze e/o le patologie cardiovascolari associate sono assai frequenti, aggravano il quadro clinico e devono essere correttamente diagnosticate e trattate. Il continuo sviluppo tecnologico ha portato ad avere una disponibilità di farmaci sempre più ampia che consente l’ottimizzazione e la personalizzazione delle terapie per i pazienti con BPCO.

Nel panorama attuale è pertanto sempre più importante per il clinico, sia pneumologo che internista, individuare il trattamento più corretto per ciascun paziente al fine di garantire una gestione ottimale della patologia, scegliendo i corretti devices, migliorando l’aderenza alla terapia e la qualità di vita del paziente e diminuendo l’altissima incidenza di questa patologia sulla spesa sanitaria nazionale.

I nuovi progetti di gestione della cronicità, ed in particolare le nuove proposte che si affacciano nel panorama nazionale, vedono il coinvolgimento multidisciplinare e il rapporto ospedale-territorio come momenti fondamentali della cura del soggetto con BPCO.

Alla luce di quanto sopra, è stato costituito un Gruppo di Miglioramento, che si configura come un gruppo fra pari i cui membri operano congiuntamente per definire un iter ideale per l’identificazione del paziente con BPCO, che permetta poi di impostare la gestione del conseguente approccio terapeutico, sulla base anche dei dati disponibili in letteratura (Linee Guida, trial clinici, studi real-life).

Per partecipazione a gruppi di miglioramento si intendono attività per lo più multiprofessionali e multidisciplinari organizzate all’interno del contesto lavorativo con la finalità della promozione alla salute, del miglioramento continuo di processi clinico-assistenziali, gestionali o organizzativi, del conseguimento di accreditamento o certificazione delle strutture sanitarie. In essi l’attività di apprendimento avviene attraverso la interazione con un gruppo di pari con l’ausilio di uno o più Tutor/Coordinatori. L’attività svolta nell’ambito dei lavori del gruppo sarà documentata e potrà comprendere la revisione di processi e procedure sulla base della letteratura scientifica, dell’evidence based o degli standard di accreditamento, l’individuazione di indicatori clinici e manageriali, le discussioni di gruppo sui monitoraggi delle performance.

Nello specifico, l’obiettivo di questo Gruppo di Miglioramento è quello di condividere una procedura all’interno del P.O. “Ospedale del Tigullio” dell’ASL4 Liguria per stabilire nel modo più efficace possibile l’inquadramento e la gestione del paziente con BPCO, ponendo particolare attenzione alle modalità di identificazione dei fenotipi su cui modulare l’approccio terapeutico e le relative attività di follow-up. Ogni membro del Gruppo, anche attraverso un lavoro individuale di ricerca e di reporting, darà il proprio contributo al lavoro che verrà prodotto, individuando i documenti e gli strumenti necessari per il raggiungimento dei migliori risultati attesi.

Al termine dell’incontro è previsto un output finale, mediante una relazione specifica su quanto emerso durante l’incontro.

Tale attività di formazione sul campo (FSC), rivolta ad un massimo di 10 partecipanti, è destinata alla professione di Medico-Chirurgo (discipline di riferimento: Allergologia ed Immunologia Clinica, Ematologia, Endocrinologia, Malattie dell’Apparato Respiratorio, Medicina Interna e Reumatologia). 

 

ECM

 

Provider ECM: Cluster s.r.l. - ID 345

Obiettivo formativo: documentazione clinica, percorsi clinico-assistenziali, diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza e profili di cura (Obiettivo formativo di processo n° 3)  

Progetto formativo n. 345 - 256186     

Crediti assegnati: 7,8 (sette virgola otto)

CLUSTER s.r.l.

Via Carlo Alberto, 32

10123 Torino

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • YouTube Icona sociale
  • Vimeo Icona sociale

© 2020 CLUSTER s.r.l. | tutti i diritti riservati | P.IVA IT07530720015

logo_FC.png