Eventi ECM RES

mela_pol_res.jpg

Challenges on lung cancer & melanoma.

Pratica clinica fra comunicazione ed etica

della terapia

Genova, 23/24 settembre 2021

Hotel NH COLLECTION MARINA

Molo Ponte Calvi, 5 – Genova

RESPONSABILI SCIENTIFICI

Lucio Buffoni

Direttore S.C. di Oncologia Medica, P.O. “Humanitas Gradenigo” – Torino

Andrea Pietro Sponghini

S.C.D.U. di Oncologia, A.O.U. “Maggiore della Carità” – Novara

Per le notevoli implicazioni diagnostico-terapeutiche e di impatto sociale le neoplasie cutanee e del polmone rappresentano uno degli ambiti di maggior interesse sia scientifico che applicativo dell’oncologia. Negli ultimi anni i progressi della ricerca di base hanno portato ad una migliore comprensione dei meccanismi biologici ed immunologici che sono all’origine di tali forme tumorali e, al contempo, l’avanzamento delle conoscenze in ambito farmacologico e strumentale ha consentito agli Specialisti coinvolti di ampliare il proprio armamentario diagnostico e terapeutico.

 

Il melanoma è la meno frequente tra tutte le neoplasie maligne che colpiscono la cute, tuttavia la sua incidenza è in continuo aumento, con oltre 14.000 nuove diagnosi e 1.500 decessi ogni anno nel nostro Paese e con un’età media alla diagnosi in continua diminuzione. Attualmente in Italia costituisce il terzo tumore più frequente in entrambi i sessi al di sotto dei 49 anni ed oltre il 50% dei casi di melanoma viene diagnosticato entro i 59 anni. Nell’Unione Europea l’incidenza di melanoma è di 9 casi/100.000 abitanti per anno.

 

Il carcinoma del polmone è la principale causa di decesso per cancro in tutto il mondo. Le stime AIRTUM (Associazione Italiana Registri Tumori) parlano di 40.800 nuove diagnosi di tumore del polmone nel 2020 (27.500 negli uomini e 13.300 nelle donne), che rappresentano il 14,1% di tutte le diagnosi di tumore negli uomini e il 7,3% nelle donne. Negli ultimi anni si è osservata una moderata diminuzione dell’incidenza negli uomini, ma un aumento significativo nelle donne: la spiegazione di queste variazioni è l’abitudine al fumo, che è calata nella popolazione maschile ed è invece aumentata in quella femminile. Negli ultimi decenni, la prognosi di un paziente con tumore al polmone era spesso infausta: solo il 15% della totalità dei pazienti sopravviveva a 5 anni, mentre per i pazienti allo stadio IV della malattia (metastatico), il tasso di sopravvivenza globale a 5 anni scendeva all’1% circa.

Nell’ultimo decennio si sono verificati notevoli progressi sia nella diagnostica precoce che nel trattamento medico e chirurgico di queste neoplasie e l’avvento dell’immunoterapia e delle terapie target ha determinato una vera e propria svolta nella loro gestione. Il progressivo affermarsi di questi nuovi farmaci ha permesso di osservare concreti vantaggi in termini di sopravvivenza e di qualità di vita del paziente. L’approccio multidisciplinare è dunque elemento imprescindibile al fine di mettere a disposizione dei pazienti la migliore strategia di presa in carico possibile.

 

Questa rivoluzione impone da una parte una maggiore consapevolezza degli oncologi sulle possibilità terapeutiche a disposizione, ma dall’altra richiede una assoluta appropriatezza d’uso affinchè la pratica clinica si mantenga nei limiti della sostenibilità economica. Il corso ha pertanto l’obiettivo di analizzare le innovazioni terapeutiche recentemente introdotte per la cura del melanoma e del carcinoma polmonare, non trascurando la gestione delle tossicità e degli effetti collaterali indotti da tali terapie, ed affrontando i principali elementi chiave per la corretta presa in carico e gestione del paziente e degli effetti collaterali. Per favorire l’apprendimento attivo i partecipanti saranno suddivisi in gruppi di lavoro e, con la partecipazione di tutors e facilitatori, verranno coinvolti in una serie di attività formative integrate: dalla comunicazione medico-paziente, alla revisione dei dati della letteratura scientifica ed alla gestione diagnostico-terapeutica delle patologie. Gli elaborati proposti dai gruppi di lavoro verranno presentati in sessione plenaria a cui seguirà una discussione collegiale sull’esperienza effettuata, avendo come obiettivo finale lo scambio e il confronto in relazione alle principali tematiche affrontate e alle maggiori criticità incontrate.

Il corso, rivolto ad un massimo di 20 partecipanti, è destinato alle professioni di Medico-Chirurgo (discipline di riferimento: Oncologia e Radioterapia). 

 

ECM

 

Provider ECM: Cluster s.r.l. - ID 345

Obiettivo formativo: documentazione clinica, percorsi clinico-assistenziali, diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza e profili di cura (Obiettivo formativo di processo n° 3)

Progetto formativo n. 345 - 317713

Crediti assegnati: 16,5 (sedici virgola cinque)

PARTECIPAZIONE

La partecipazione, libera e gratuita, sarà garantita fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Per ragioni organizzative è indispensabile, per tutti gli interessati, iscriversi entro il 19 settembre 2021.

L’iniziativa è realizzata grazie al contributo non condizionante di

logo_novartis_new.png
logo_astrazeneca.png
logo_roche.png