top of page

Eventi ECM RES

retto.jpg

L'evoluzione del percorso diagnostico-terapeutico

multidisciplinare nel tumore del retto

Torino, 12 giugno 2024 

SALA RAVETTI - P.O. “SAN GIOVANNI BOSCO”

Piazza del Donatore di Sangue, 3 – Torino   

RESPONSABILE SCIENTIFICO

Cristiano Oliva

Responsabile Day Hospital Oncologico S.C. di Oncologia

P.O. “San Giovanni Bosco”, ASL Città di Torino

Le neoplasie del retto corrispondono a circa il 30% di tutti i nuovi casi di tumore del grosso intestino (23% nelle donne e 32% negli uomini). In Italia i carcinomi del grosso intestino sono tra i più frequenti (13% dei nuovi tumori diagnosticati all’anno in entrambi i sessi); in particolare, sono al terzo posto negli uomini (dopo i tumori della prostata e del polmone) e al secondo nelle donne (dopo il tumore della mammella). Si stima che in Italia ci siano più di 40.000 nuovi casi di tumore del grosso intestino all’anno, con una sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi di circa il 65% negli uomini e 66% nelle donne. Per le neoplasie rettali si riconoscono fattori di rischio ambientali, comportamentali (fumo, scarsa attività fisica, alto BMI, obesità), dietetici (elevato consumo di carni rosse e alcol e/o scarso consumo di prodotti freschi quali frutta e verdura) e la presenza di altre patologie predisponenti (diabete e sindrome metabolica). L’approccio al cancro del retto costituisce un modello di ricerca e di strutturazione assistenziale nel quale, come per le neoplasie della mammella, è necessario il consolidamento del concetto di multidisciplinarietà. Tale approccio consente lo sviluppo di piani di cura che, sin dalla diagnosi, ottimizzino i tempi e l’adeguatezza degli interventi, ma anche, e soprattutto, tengano in grande considerazione la qualità di vita del paziente. Questo corso di aggiornamento ha l’obiettivo di sensibilizzare tutti i professionisti coinvolti nel percorso di cura del tumore del retto affinché sia sempre più standardizzata l’adozione di rigorosi percorsi diagnostico-terapeutici multidisciplinari, caratterizzati da una progressiva “personalizzazione” della terapia, basata sull’identificazione corretta dello stadio di malattia e dal ricorso ad un trattamento adattato alle caratteristiche del paziente e della neoplasia.

Il corso, rivolto ad un massimo di 50 partecipanti, è destinato alle professioni di Medico-Chirurgo (discipline di riferimento: Anatomia Patologica, Chirurgia Generale, Gastroenterologia, Medicina Fisica e Riabilitazione, Medicina Generale (MMG), Medicina interna, Oncologia, Radiologia, Radioterapia, Scienza dell’Alimentazione), Biologo, Dietista e Farmacista Ospedaliero.

 

ECM

 

Provider ECM: Cluster s.r.l. - ID 345

Obiettivo formativo: documentazione clinica, percorsi clinico-assistenziali, diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza e profili di cura (Obiettivo formativo di processo n° 3)

Progetto formativo n. 345 - 420222

Crediti assegnati: 4 (quattro)

PARTECIPAZIONE

La partecipazione, libera e gratuita, sarà garantita fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Per ragioni organizzative è indispensabile, per tutti gli interessati, iscriversi entro il 9 giugno 2024.

bottom of page